Malattia di Parkinson: piccoli cervelli in provetta per studiare le cause

Creazione di modelli pioneristici di patologia della malattia di Parkinson: Mini-Brains Dopaminergici

Nella malattia di Parkinson, particolari neuroni all’interno del cervello cessano di funzionare e vanno incontro a morte precoce per cause ancora non ben chiare. Per studiare questo processo di invecchiamento patologico dei neuroni, chiamato neurodegenerazione, la ricerca ha bisogno di avere a disposizione dei validi modelli sperimentali. Con questo obiettivo, nel nostro laboratorio utilizziamo cellule staminali di persone affette da malattia di Parkinson per creare quegli stessi neuroni che soffrono per la patologia. In questo modo possiamo studiare direttamente le cause che portano alla morte dei neuroni e sperimentare farmaci che blocchino la neurodegenerazione. I più recenti sviluppi nel campo della ricerca mondiale ci hanno inoltre permesso di creare modelli ancora più avanzati, simili a piccoli cervelli in provetta, chiamati organoidi cerebrali. Studiare gli “organoidi con il Parkinson” potrebbe essere la chiave di volta per comprendere a fondo le cause della malattia e trovare una terapia curativa.

I risultati preliminari del progetto verranno presentati al congresso internazionale NEUROSCIENCE 2018 dal 3 al 7 di Novembre a San Diego, California U.S.A, dal dott. Alessio Di Fonzo, Responsabile del Gruppo Malattia di Parkinson e altri disturbi del movimento.

Archivio

Incontri Scientifici

Rassegna Stampa