Difetti del metabolismo dei lipidico muscolare

I disturbi del metabolismo dei lipidi nel muscolo possono coinvolgere la degradazione dei trigliceridi, l’uptake della carnitina, il trasporto mitocondriale degli acidi grassi a lunga catena o la beta-ossidazione degli acidi grassi. Molti pazienti che presentano accumulo di lipidi alla biopsia muscolare restano senza diagnosi nonostante le numerose indagini che effettuate.

Il nostro laboratorio si occupa della diagnosi e dello studio del defici multiplo di acil-CoA deidrogenasi (MAD) ma anche dei fenotipi clinici connessi alla carenza dell’enzima carnitina palmitoil transferasi II (CPT II).

Il deficit multiplo di acil-CoA deidrogenasi (MAD), noto anche come Aciduria Glutarica di tipo II (GAII), presenta un metabolismo anomalo degli acidi grassi, degli aminoacidi e della colina. Le anomalie biochimiche sono causate da un difetto nei geni che codificano per una delle due flavoproteine deputate al trasferimento elettronico nella catena respiratoria: ETF (Electron Transfer Flavoprotein, codificato dai geni ETFA e ETFB) e ETFQO (ETF-ubichinone ossidoreduttasi codificata dal gene ETFDH).

Il deficit di MAD si presenta con una vasta gamma di manifestazioni cliniche dove i pazienti più gravi mostrano anomalie congenite quali la displasia renale cistica mentre  fenotipi piu’ lievi esordiscono in eta’ infantile con ipoglicemia, encefalopatia, debolezza muscolare o cardiomiopatia. I pazienti meno gravi mostrano debolezza muscolare progressiva o episodi di rabdomiolisi in età adulta e alcuni di questi pazienti mostrano una buona risposta al trattamento con riboflavina.

Il deficit di CPT II è stato il primo difetto ereditario dell’ossidazione degli acidi grassi a essere identificato. Secondo l’età d’insorgenza, si distinguono tre diversi fenotipi clinici associati a un difetto in CPT II, anche se i sintomi muscolari si verificano soprattutto nella forma giovanile-adulta.

Questa forma miopatica è probabilmente la causa più frequente di mioglobinuria ricorrenti nei giovani adulti. Episodi di mialgie e rabdomiolisi possono essere innescati ​​da un esercizio fisico prolungato, infezioni, digiuno, freddo o stress emotivo. Nel 20% dei casi si osserva un lieve aumento del contenuto lipidico nella biopsia muscolare. Il profilo dell’acilcarnitina. In più del 60% dei casi di forme miopatica è stata identificata la mutazione (c.338C>T, p.Ser113Leu) nel gene CPT2.

 

Aiuta la Ricerca. Il tuo contributo può migliorare la Qualità della Vita di molti Pazienti!

Cosa fare

Per prenotare visite di PRIMO LIVELLO, contattare il call centre regionale al numero verde:
Tel. 800638638

Per le visite ambulatoriali di SECONDO LIVELLO, di alta specializzazione, prenotare ai numeri:
Tel. 0255038645
Tel. 0255038646

Prima di telefonare, assicurarsi di essere in possesso dell’impegnativa del medico (specialista o di base) su cui deve essere espressamente specificata la richiesta di visita neurologica specialistica.

Laboratori di riferimento