Alzheimer cura

Alzheimer cura

Alzheimer: cure non farmacologiche

Oltre alle terapie farmacologiche attualmente in commercio per la Malattia di Alzheimer (AD) esistono altri trattamenti che potrebbero rivelarsi utili. La somministrazione di vitamina E, una vitamina con attività antiossidante, sembra contribuire a rallentare la progressione della malattia. Interventi di tipo non farmacologico comprendono: il mantenimento di un adeguato stato nutrizionale del paziente attraverso la somministrazione di integratori alimentari, da utilizzare nei casi in cui vi è una tendenza del soggetto ad ipoalimentarsi e a perdere peso. In alcuni casi lo scarso appetito può dipendere dalla riduzione del senso dell’olfatto, in questi casi il paziente può beneficiare di una maggiore stimolazione degli altri sensi, ad esempio rendendo il cibo più saporito.

Un altro tipo di cura è rappresentato dalla riabilitazione cognitiva, ovvero un tipo di riabilitazione che, attraverso specifici esercizi, aiuta il malato di Alzheimer a tenere in allenamento la memoria e altre funzioni cognitive, rallentandone il deterioramento. Tale approccio è attuabile solo nelle fasi iniziali di malattia. Anche l’esercizio fisico regolare contribuisce a rallentare la progressione della patologia.

La cosiddetta terapia occupazionale è utile per mantenere o recuperare le abilità necessarie nelle attività della vita di tutti i giorni. Sessioni personalizzate di terapia occupazionale sono di aiuto sia per il paziente che per il care-giver per mantenere più a lungo l’autonomia e superare gli ostacoli nella vita quotidiana.

Aiuta la Ricerca. Il tuo contributo può migliorare la Qualità della Vita di molti Pazienti!

Cosa fare

Per prenotare visite di PRIMO LIVELLO, contattare il call centre regionale al numero verde:
Tel. 800638638

Per le visite ambulatoriali di SECONDO LIVELLO, di alta specializzazione, prenotare ai numeri:
Tel. 0255038645
Tel. 0255038646

Prima di telefonare, assicurarsi di essere in possesso dell’impegnativa del medico (specialista o di base) su cui deve essere espressamente specificata la richiesta di visita neurologica specialistica.

Laboratori di riferimento