Paralisi Sopranucleare Progressiva

Si manifesta all’esordio con cadute e paralisi verticale dello sguardo, progredendo con lo sviluppo di rigidità simmetrica e demenza. Le frequenti cadute sono secondarie a una combinazione di rigidità, incapacità di guardare verso il basso ed errori di giudizio. Sebbene i pazienti abbiano una notevole limitazione della oculomozione volontaria, i loro occhi mantengono ancora i riflessi oculocefalici (ad esempio il fenomeno degli occhi di bambola).  La malattia è simile alla demenza frontotemporale con apatia, disfunzione esecutiva frontale, scarsità di giudizio, alterazioni della fluenza verbale e difficoltà nel passare da un compito a un altro, tutti elementi comuni all’esordio e spesso precedenti all’instaurarsi della sindrome motoria.

Cosa fare

Per entrare in contatto con L'Unità Valutativa Alzheimer contattare la
Segreteria del Centro Alzheimer e demenze correlate tel 0255033814 fax 0255036580
e-mail: centrouva@policlinico.mi.it

Laboratori di riferimento